Vai a sottomenu e altri contenuti

Area Lavori Pubblici Manutenzioni Ambiente

Informazioni

Responsabile: Ing. Alessandro Ghiani

Indirizzo: Via Roma 173, 08047 Tertenia (OG)

Telefono: 0782908031  

Fax: 0782 93009

Email: a.ghiani@comunetertenia.it

PEC: lavoripubblici.tertenia@legalmail.it

Orario: Martedì, giovedì e venerdì dalle 11:00 alle 13:00; lunedì e mercoledì, dalle 15:30 alle 17:30.

L'Area Tecnica comprende:

1. Il servizio Lavori Pubblici
2. Il servizio Manutenzioni
3. Il servizio Ambiente
4. Il servizio Tutela del paesaggio


1. Il servizio Lavori Pubblici, si occupa di progettazione, direzione dei lavori, contabilità, affidamento ed esecuzione dei lavori pubblici , compresa l'espletamento delle procedure d'appalto, la stipulazione dei contratti, il collaudo e la rendicontazione dei finanziamenti esterni.
Rientrano nella competenze dell'Ufficio gli adempimenti tecnico-amministrativi relativi alle procedure di espropriazione per pubblica utilità.
L'Ufficio collabora con gli organi di direzione politica, esprimendo pareri, formulando proposte e fornendo le informazioni necessarie ed utili per l'assunzione di decisioni e l'adozione di atti, redige ogni anno il programma triennale e l'elenco annuale dei lavori pubblici.


2. Il servizio Manutenzioni, si occupa di:

· Manutenzione degli immobili comunali, scuole,impianti sportivi ecc.
· Manutenzione di strade, parcheggi, piazze e spazi pubblici
· Manutenzione del reticolo idrografico del territorio e della viabilità rurale
· Segnaletica e sicurezza stradale
· Concessioni del demanio marittimo e servizi di supporto alla balneazione
· Procedimenti relativi alle denuncie di sinistri e richieste danni
· Coordinamento e gestione del personale del servizio manutentivo, monitoraggio e controllo dei risultati
· Gestione del servizio di polizia cimiteriale

L'Attività del Servizio comprende la redazione di perizie tecniche, verbali di somma urgenza, nonchè l'affidamento e l'appalto delle forniture dei materiali e delle attrezzature necessarie.
Il servizio cura l'adempimento alle norme in materia di sicurezza valuta i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, individua le misure di prevenzione e protezione necessarie, procede all'aggiornamento continuo del DVR (Documento di valutazione dei Rischi) alla redazione dei Piani di Sicurezza e Coordinamento e dei Piani Operativi di Sicurezza.
Il servizio provvede alla progettazione direzione dei lavori e contabilità dei lavori e o servizi pubblici eseguiti in amministrazione diretta e nel caso di cantieri comunali.

3. Il servizio Ambiente , si occupa di:

3.1 Gestione del Servizio idrico integrato
3.2 Gestione del Servizio di igiene urbana - raccolta differenziata

3.1 Il servizio idrico integrato, comprende l'approvvigionamento idrico, la gestione degli acquedotti comunali, delle reti idriche, fognarie e dei depuratori.
Gli impianti di competenza comunale sono distinti in tre comparti:
1.- centro abitato: con n°13 sorgenti n°3 pozzi n°2 depositi, una rete idrica, una rete fognaria e un depuratore;
2.- zona industriale: n°1 sorgente, rete idrica, fognaria e un depuratore;
3.- Sarrala: n° 1 pozzo, rete idrica, fognaria e un depuratore.

Al servizio compete l'onere dei controlli interni del servizio di acquedotto. (Sono i controlli che il gestore è tenuto ad effettuare per la verifica della qualità dell'acqua, destinata al consumo umano).
Il Servizio effettua i controlli interni, con mezzi propri e in parte avvalendosi di laboratori di analisi esterni. I controlli esterni sono svolti dall'azienda unità sanitaria locale territorialmente competente (ASL n°4 Lanusei).

Il Servizio è responsabile dell'attuazione del Piano di Controllo HACCP ( Hazard Analysis and Critical Control Points) (Analisi dei pericoli e punti critici di controllo) ''metodologia sistematica per l'individuazione, la valutazione ed il controllo dei pericoli significativi per la salubrità di un alimento''.

Nella gestione del sistema depurativo, il Servizio tecnico si deve far carico del controllo della qualità delle acque di scarico dei depuratori, ed è responsabile assieme al gestore del funzionamento degli impianti.

Al servizio tecnico competono i procedimenti amministrativi volti all'autorizzazione degli allacci idrici e fognari, al controllo della regolarità e funzionalità degli stessi, nonché periodicamente alle letture dei contatori idrici.

Il servizio rioccupa delle gestione delle pratiche dei privati e sul rilascio dei pareri tecnici sulle autorizzazioni (di competenza provinciale) alla ricerca idrica nel territorio comunale.

3.2 Il Servizio di igiene urbana, comprende ogni attività di gestione e controllo del sistema dei rifiuti nel territorio comunale. Il Servizio tecnico svolge attività di controllo e monitoraggio della funzionalità del servizio di raccolta differenziata, vigilando sul rispetto del Capitolato d'Oneri della ditta appaltatrice. Verifica i quantitativi giacenti presso il centro di raccolta, provvede all'affidamento dello smaltimento presso i centri di raccolta autorizzati.
Elabora direttamente e provvede alla trasmissione agli enti competenti della dichiarazione unica ambientale ex legge n°70/94.

4. Servizio Tutela del Paesaggio.

Il servizio si occupa delle funzioni in materia di tutela paesaggistica di cui al Codice dei Beni Culturali Dlgs 42/2004 e ai sensi della Legge Regionale n°28 /98.
Il servizio è stato istituito con delibera di Giunta Comunale n° 3 del 26/01/2010. Le funzioni sono state delegate dalla Ras al Comune di Tertenia con Determinazione dell'Assessorato Enti locali Urbanistica n°370/DG del 02/04/2010.
Le competenze in questione riguardano: la registrazione delle pratiche, la verifica degli elaborati progettuali, la redazione di apposita Relazione Istruttoria per la richiesta del parere vincolante alla Soprintendenza dei Beni Ambientali e Paesaggistici, l'emissione dei provvedimenti finali di autorizzazione o di diniego.
Le competenze sono definite dalla Legge Regionale n°28 /98. Oltre all'ampliamento delle tipologie di interventi di competenza comunale, con l'introduzione del comma 2bis dell'art.3 della L.R. n°28/98 è attribuita ai comuni la competenza a rilasciare i provvedimenti di accertamento di compatibilità paesaggistica di cui all'art.167 commi 4 e 5 del Testo Unico dei beni culturali e paesaggistici.
Per espressa previsione normativa rientra nella sfera di competenza del Comune anche l'adozione dei provvedimenti di irrogazione delle sanzioni previste dal medesimo art.167 (pecuniarie e/o demolitorie) come effetto della conclusione del procedimento.
Con le modifiche legislative introdotte il Comune viene investito del ruolo di ''Autorità preposta alla Tutela Paesaggistica'' di cui all'art.167 del Testo Unico dei Beni Culturali.
Pertanto la segnalazione, l'accertamento e la contestazione dell'abuso paesaggistico e il conseguente potere di irrogare e riscuotere le relative sanzioni dovrà essere fatta direttamente dall'Ufficio comunale competente in materia paesaggistica.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto